Pipetta Sierologica: Caratteristiche, Usi e Differenze con Pipetta Volumetrica

La pipetta sierologica è un tipo di pipetta sterile che viene utilizzato principalmente per la coltura cellulare e / o di lavoro con soluzioni sterili. È un tipo di pipetta graduata chiamata anche pipetta terminale, poiché le graduazioni occupano l’intera superficie della pipetta, inclusa la punta. Questo lo differenzia dal resto.

Questa pipetta consente il trasferimento di proporzioni molto piccole di volume liquido, che vanno da 0,1 ml a 50 ml. È progettato in diverse dimensioni, per essere utilizzato in base alle esigenze del manipolatore. Tuttavia, alcune bibliografie affermano che sono ideali per il trasferimento di volumi tra 5 ml e 25 ml.

 Pipetta sierologica Questo perché i trasferimenti più piccoli di 5 ml dovrebbero essere gestiti idealmente da pipette Gilson e per i trasferimenti più grandi dovrebbero essere utilizzate burette.

Di solito le pipette sterili sono confezionate singolarmente in carta Kraft e esistono tecniche corrette per rimuovere le pipette sterili se sono contenute nello stesso contenitore senza contaminare il resto delle pipette.

Indice

  • 1 caratteristiche Principali
    • 1.1 fanno parte delle pipette blow out
    • 1.2 Open top end
    • 1.3 Satinato nastro
    • 1.4 Raccomandato di riempimento con una propipeta
  • 2 Utilizza la pipetta sierologica
    • 2.1 Per il trasferimento di volumi di liquidi del corpo
    • 2.2 l’industria alimentare e cosmetica
  • 3 le Differenze tra la pipetta sierologica e la pipetta volumetrica
    • 3.1 Volumi di liquidi
    • 3.2 Soffiato
  • 4 Riferimenti

Caratteristiche principali

fanno parte del pipette blow out

pipette Sierologiche hanno la caratteristica di essere considerato all’interno del gruppo di cerbottana pipette o soffiare . Una cannuccia è quella in cui la capacità descritta sulla sua superficie non tiene conto del fatto che una parte del liquido rimane attaccata alle sue pareti dopo averla versata nel contenitore.

Quel liquido fa parte del volume da erogare. Pertanto, per ottenere la totalità del volume descritto, la pipetta deve essere soffiata per espellere il liquido rimanente e ottenere nel contenitore ricevente la quantità precisa contrassegnata dalla pipetta.

Estremità superiore aperta

Per espellere il liquido queste pipette hanno la loro estremità superiore aperta, la loro struttura assomiglia a una cannuccia. Attraverso questo foro il manipolatore può creare un vuoto posizionando il dito e quindi mantenere il liquido all’interno della pipetta.

Allo stesso modo, dopo aver visto il contenuto della pipetta nel contenitore del destinatario, è possibile soffiare all’estremità aperta per versare le ultime gocce di liquido aderito alle pareti della pipetta, per garantire che l’intero volume indicato dalla pipetta sia scaricato. .

Nastro smerigliato

Questo tipo di pipetta è identificato da un nastro smerigliato vicino alla sua estremità superiore o da due sottili anelli colorati attorno al collo della pipetta.

Riempimento consigliato con un propipeta

Sebbene alcune pipette sierologiche siano soffiate, si suggerisce di utilizzare una propipetta per il riempimento. Questo perché, a causa delle piccole quantità che trasporta, diventa difficile controllare il liquido aspirato dall’utente quando viene eseguito con la bocca.

Usi della pipetta sierologica

Per trasferire volumi di fluidi corporei

Come suggerisce il nome, è la pipetta utilizzata per il trasferimento di volumi di fluidi dai fluidi corporei, per lo studio di agenti patogeni e anticorpi, tra gli altri elementi.

Poiché la pipetta sierologica può essere utilizzata per il trasferimento e la misurazione di liquidi con gas potenzialmente patologici per il tecnico o l’ambiente, portano con sé un piccolo filtro per evitare che i patogeni entrino in contatto con l’atmosfera.

Nell’industria alimentare e cosmetica

È anche frequentemente utilizzato nella produzione alimentare e nell’industria cosmetica. Viene utilizzato quando i volumi da trasferire sono molto piccoli e si consiglia di utilizzare la scala più piccola possibile per evitare errori nel volume richiesto.

Ad esempio, se è necessario trasferire 0,9 ml, si consiglia di utilizzare una pipetta da 1 ml invece di una pipetta da 10 ml.

Differenze tra la pipetta sierologica e la pipetta volumetrica

Volumi di liquidi

La differenza principale è che la pipetta sierologica è una pipetta graduata che permette il trasferimento di diversi volumi di liquidi con la stessa pipetta come necessario. Al contrario, la pipetta volumetrica consente di misurare solo un singolo volume.

Questa caratteristica rende la pipetta volumetrica molto più precisa e precisa della pipetta sierologica.

Soffiato

La pipetta sierologica è contrassegnata in modo che alcune possano essere soffiate o spente . Cioè, dopo aver versato il liquido dovrebbe essere soffiato dall’estremità superiore per vedere il resto del liquido aderito alle pareti.

Tuttavia, nessuna pipetta volumetrica consente il successivo soffiaggio. Che si tratti di pipette da versare o contenere, la capacità descritta sulla superficie della pipetta deve essere presa in considerazione dal tecnico che ha selezionato la pipetta.

  1. JoVE Science Education Database. Tecniche generali di laboratorio. Introduzione alle pipette sierologiche e ai pipettatori. Giove, Cambridge, MA, (2018). Estratto da: jove.com
  2. Micah McDunnigan. Diversi tipi di pipette. 1 Febbraio 2018. Geniolandia. Estratto da: geniolandia.com
  3. Evelyn Rodríguez Cavallini. Batteriologia generale: Principi e pratiche di laboratorio. Pipette sierologiche. Pagina 11. Recuperato da: books.google.pt
  4. In coltura cellulare, attrezzature di laboratorio, biologia molecolare, pipetta, sterile il 2 marzo 2009. Utilizzando pipette sierologiche. Labtutorial in Biologia. Estratto da: labtutorials.org
  5. Precisione biochimica pratica in laboratorio. Pipette graduate. Pagina 13. bioquimica.dogsleep.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.